1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer

IMG 1605 copy

 

NUOVE MISURE PER "DARE PIÙ CREDITO" AI FONDI IMMOBILIARI QUOTATI

 

Roma, 18 giugno 2013

Nella Sala Clemenza, presso la sede dell’ABI, a Piazza del Gesù, martedì 18 giugno, si è tenuta una Tavola Rotonda sul tema: "La quotazione dei fondi immobiliari: esperienze a confronto".

L’Associazione Nazionale per lo Studio dei Problemi del Credito, in collaborazione con Sorgente Group, ha riunito esperti del settore ed autorevoli esponenti di ABI, Banca d’Italia, Borsa Italiana e CONSOB per mettere a fattor comune riflessioni, esperienze e proposte relative alla quotazione dei fondi immobiliari in Italia, strutturalmente connotata da gravi problemi come uno sconto eccessivo rispetto al Net Asset Value (NAV, che indica il valore degli immobili al netto del debito) e uno scarso numero di negoziazioni giornaliere.

Gianfranco Ursino, giornalista de Il Sole 24 Ore, ha coordinato la Tavola Rotonda alla quale hanno preso parte: Ercole P. Pellicanò dell’ANSPC, Vincenzo Pontolillo di Sorgente Group, Fabrizio Plateroti di Borsa Italiana, Filippo Macaluso di CONSOB, Luca Zeloni di Banca d'Italia, Gianfranco Torriero di ABI, Gualtiero Tamburini di Federimmobiliare, Claudio Giannotti dell’Ufficio Studi di Sorgente Group e Università LUM, Claudio Cacciamani dell’Università degli Studi di Parma e Stefano Cervone di Sorgente Group.

Il Convegno ha avviato il dibattito su una serie di domande:

- c’è una soluzione per la ripresa e la crescita dei fondi immobiliari quotati, anche per attrarre gli investitori internazionali?

E ancora:

- quali sono le regole di formazione del prezzo dei fondi immobiliari quotati? Ha senso che si formi un prezzo quando le quantità scambiate sono esigue? Può la cessione di "una" quota determinare il valore di un intero fondo?

L’approssimarsi della scadenza per molti fondi sta deprimendo il settore.

- la Borsa non funzionerebbe meglio se i fondi immobiliari non avessero scadenza? Perché c’è così scarsa disponibilità dei report di analisti che valutano le strategie e le caratteristiche economiche e finanziarie dei fondi immobiliari quotati (equity research), a differenza di tanti altri strumenti quotati sul mercato italiano?

Sono 23 i fondi immobiliari quotati alla Borsa di Milano ed è da diversi anni che non arrivano sul listino nuovi prodotti. La loro capitalizzazione complessiva, a fine 2012, è di poco superiore ai 2 miliardi di euro (2.033 €/mln), a fronte di un patrimonio valutato al NAV di circa 5 miliardi di euro (4.897 €/mln). Lo sconto di settore è notevole, a livello consolidato misura quasi il 58,5%. È chiaro che i prezzi hanno ben poca relazione con il reale valore dei portafogli sottostanti, che pure riflette un fair value, contabilizzato sulla base di rigorosi criteri e procedimenti di stima, dettati dalla normativa di vigilanza, e la cui corretta applicazione, da parte delle SGR, è supervisionata da una pluralità di enti terzi di controllo.

A complemento del dibattito, e per dare indicazioni sulle aspettative da parte degli operatori del settore su varie materie, sono stati anche presentati il Sentiment immobiliare e l’Indice Fiups, due progetti realizzati da Sorgente Group ,in collaborazione con Federimmobiliare e l’Università di Parma.

Il Prof. Claudio Cacciamani ha illustrato i risultati della rilevazione che esprime, su base quadrimestrale, le aspettative a livello qualitativo delle varie filiere dell’industria immobiliare e la percezione sull’andamento del mercato e degli investimenti nel comparto Real Estate.

E' stato presentato anche l’Indice Fiups, sintesi numerica del Sentiment immobiliare. Particolare attenzione è stata posta ai quattro sottoindici che riguardano l’attività complessiva nel settore, la percezione del rischio immobiliare da parte degli operatori, l’andamento del mercato immobiliare e il ruolo degli investitori istituzionali, elaborazione del Centro Studi di Sorgente Group, a cura del Prof. Claudio Giannotti.

IMG 1463 IMG 1585 copy IMG 1579 IMG 1595
IMG 1624 IMG 1634 IMG 1643 IMG 1639
IMG 1632 IMG 1644 IMG 1475 IMG 1645
IMG 1646 IMG 1647 IMG 1629  IMG 1515

 

IMG 1483 IMG 1493 IMG 1526 IMG 1539
 IMG 1553  IMG 1593  IMG 1594  IMG 1648
 IMG 1536  IMG 1524  IMG 1649  IMG 1653

 

 

 

 

 Media Partner

tf copy

 

 

1

Questo sito utilizza i cookies per migliorare il servizio

Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Per saperne di piu'

Approvo

Utilizzo dei cookies

 (informativa conforme al Provvedimento del Garante Privacy del 8 Maggio 2014)

A.N.S.P.C. l'associazione nazionale per lo studio dei problemi del credito Titolare del trattamento dei dati personali

informa che questo Sito web utilizza cookies, per fornire un servizio migliore. Continuando la navigazione su questo Sito web, l'utente accetta e acconsente l’utilizzo dei cookies in conformità con le modalità d’uso espresse di seguito.

Che cosa sono i cookies ?

I cookie sono file di testo contenenti  informazioni memorizzate attraverso un browser su un dispositivo (pc, tablet, smartphone) ogni qual volta si accede ad un sito internet . Ad ogni successiva visita il browser invia questi cookies al sito web che li ha originati o ad un altro sito. Quasi tutti i siti intenet ricorrono a queste informazioni per rendere la navigazione più semplice ed efficace, in sostanza migliore.

Cookies utilizzati su questo sito:

Questo sito internet utilizza solo cookies tecnici ed analitici. Il loro utilizzo non necessita del consenso dell’utente, poichè strettamente necessari alla fornitura del servizio.

Qui di seguito l’elenco dei cookies installati e una loro breve descrizione:

  • Cookie di sessione o di navigazione: sono necessari al corretto funzionamento del sito. Le informazioni raccolte riguardano l’utilizzo di alcune funzionalità presenti nel sito quali la ricerca interna di parole chiave, l’accesso ad eventuali aree riservate, pagine preferite etc. Questi cookies possono avere una scadenza legata agli intervalli di tempo delle sessioni di navigazione, oppure essere persistenti, a meno che non vengano eliminati dall’utente nelle apposite sezioni per la gestione dei cookies del proprio browser.
  • Cookie analitici: raccolgono informazioni sulle modalità di utilizzo del sito al fine di consentire al titolare analisi statistiche di monitoraggio per ottimizzare il sito e migliorarne la fruibilità. Questo tipo di cookie raccoglie informazioni in forma anonima sull'attività degli utenti nel sito, per esempio sul modo in cui sono arrivati al Sito oppure quali sono le pagine visitate, la frequenza di rimbalzo su di sessione di navigazione. I cookie di questa categoria vengono inviati dal Sito stesso o da domini di terze parti.
  • Cookie per l’integrazione di parti terze: I cookie di questo tipo vengono utilizzati, in relazione a siti specifici di terze parti (quali i social network), per integrarne le funzionalità. I cookie di questa categoria vengono inviati dal Sito stesso o da domini di terze parti.

Il sito contiene collegamenti ad altri siti Web con una loro specifica informativa sulla privacy. Wave Consulting & Communication , non è responsabile per Siti di terze parti.

 

Come disattivare i cookies sul proprio browser:

La disattivazione di alcuni cookies potrebbe compromettere almeno in parte la navigazione su questo sito. Qui di seguito i links che rimandano alle sezioni per la disattivazione dei cookies nei browser che maggiormente vengono utilizzati:

4

3

2